Artigiani Digitali o Makers: Chi Sono e Come Stanno Cambiando l'Economia

Oggi si sente parlare molto di artigiano digitale o maker, ma chi è questa nuova figura professionale?

Non è altro che colui che nel suo modo di pensare e lavorare riesce a creare un manufatto grazie all’utilizzo dell’informatica e in forma sostenibile.

Generalmente si tratta di imprenditori, ingegneri, appassionati di tecnologia, inventori, artisti e tutti coloro che creano con la forza delle proprie idee, e realizzano con le potenzialità degli strumenti hi-tech.

L’artigianato digitale sta cambiando i modelli di business e quindi anche dell’economia, diventando un settore sempre più appetibile per le nuove generazioni, viste le varie opportunità che offre. I nuovi artigiani infatti, hanno un approccio all’avanguardia, progettano e realizzano prodotti in grado di avvicinare la nostra società ad un futuro funzionale e innovativo. Creano di tutto: dalle produzioni di tipo ingegneristico, come apparecchiature elettroniche, realizzazioni robotiche, dispositivi per la stampa 3D, macchinari a controllo numerico, a quelle più convenzionali, come la lavorazione dei metalli e del legno.

La differenza con un artigiano tradizionale sta proprio nella passione e nelle competenze tecnologiche. Si parla quindi di un tipo di approccio totalmente differente e diverso da quelli standard, che al contrario mancherebbero di originalità e competitività nei confronti dell’impresa che li utilizza.

Quali sono gli strumenti utilizzati dall’artigiano del terzo millennio?

Il maker utilizza soprattutto frese e stampanti 3D ma anche software e hardware open source.

Tra le principali attività legate a questo tipo di figura ci sono infatti la modellazione e la stampa 3D. Per modellazione 3D si intende quel processo che crea una qualsiasi forma tridimensionale in uno spazio virtuale, il modello, attraverso particolari programmi software per computer, i modellatori. La stampa 3D permette di passare dal modello virtuale all’oggetto reale e trova applicazione in vari ambiti, da quello scientifico a quello artistico.

Riassumendo, gli artigiani sembrano esserne i principali destinatari, gli apripista di questa nuova rivoluzione tecnologica, soprattutto nel nostro Paese, perché hanno competenze e conoscenze tecnologiche, hanno favorito alla creazione di nuovi micro-mercati e lo sviluppo di nuovi usi e applicazioni.

L’obiettivo di Comunikart, sempre al passo con le nuove tendenze del mercato B2B della comunicazione e pubblicità, è proprio quello di dare spazio a queste nuove figure professionali all’interno della manifestazione dove, dal 22 al 24 Ottobre a Fiera Roma, potranno mettere in mostra e a disposizione tutta la loro esperienza e professionalità, oltre a favorire e a creare nuove sinergie con le figure già esistenti.

Per informazoni invia una mail a info@comunikart.it o chiama allo 095 222139, oppure richedi il tuo preventivo qui.